Circuiti di Credito Commerciale: se ne parla a Firenze, Milano e a Torino

Il primo appuntamento, stasera all’Impact Hub di Firenze, con Roberto Spano e Nicola Pirina rispettivamente amministratore delegato e direttore generale di Sardex. Mercoledì 29 e giovedì 30, Carlo Mancosu tra i fondatori di Sardex, interverrà a Milano e a Torino. I dettagli nell’articolo.

I Circuiti di Credito Commerciale nati sul modello di Sardex al centro di diverse iniziative nella Penisola. La prima, questo pomeriggio, dalle 17 alle 20 all’Impact Hub di via Fantoni 8 a Firenze. Roberto Spano e Nicola Pirina, rispettivamente CEO e General Manager di Sardex SpA interverranno all’evento “I Circuiti di Credito Commerciale: il caso Sardex e le opportunità di sviluppo in Toscana”, nel corso del quale i due manager ripercorrano l’esperienza economica e sociale del modello nato nell’isola che al momento è replicato in altre 10 regioni italiane e che solo in Sardegna ha coinvolto sinora 4 mila aziende e professionisti. L’incontro – arricchito dai contributi di Andrea Bonaccorsi (docente università di Pisa), Mario Biggeri (docente università di Firenze) e Simone Tani (consulente presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri) – è aperto a imprenditori, liberi professionisti e cittadini. Per partecipare è sufficiente compilare il form.

Il secondo appuntamento è per mercoledì 29 marzo dalle 16.30 a Milano nello spazio Openside di via Rontgen 1. Carlo Mancosu, tra i fondatori di Sardex e attuale consigliere con delega alla Ricerca e allo Sviluppo, interverrà al dibattito “Circuito di credito complementari, impresa e produzione culturale” . L’approfondimento è all’interno del progetto “Finanza sostenibile: monete e circuiti di credito complementari” (29 e 30 marzo) voluto da Bocconi Arts Campus con l’obiettivo di esplorare l’orizzonte tra finanza sostenibile, sistemi di credito alternativi e produzione artistica. Modera l’incontro Massimo Amato, docente di Storia economica e del pensiero economico, Dipartimento di Analisi delle Politiche e Management Pubblico, ricercatore specializzato in istituzioni monetarie e finanziarie. L’ingresso è gratuito e aperto a tutti.

Il giorno successivo (giovedì 30 marzo), dalle 15.30 al teatro Gobetti di via Rossini 8 a Torino, ancora Carlo Mancosu sarà tra i protagonisti di “Monete complementari. Sono soldi veri?”. Con lui ci saranno: Eugenio Leanza, capo divisione dell’iniziativa Jessica (Sostegno europeo congiunto per investimenti sostenibili nelle aree urbane) della Banca europea per gli investimenti) e Pasquale Liccardo, magistrato e attuale direttore generale della Direzione sistemi informativi automatizzati del Dipartimento dell’organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi del Ministero della Giustizia.

I tre relatori, coordinati da Massimo Amato, ragioneranno sulla storia e sugli sviluppi delle monete complementari. Il confronto è inserito nel contesto della Biennale Democrazia, manifestazione promossa dalla città di Torino e realizzata dalla Fondazione per la Cultura Torino e giunta alla quinta edizione. L’obiettivo è la diffusione di una cultura della democrazia che sappia tradursi in pratica democratica attraverso un laboratorio permanente d’idee aperto a tutti, soprattutto studenti. Per info e prenotazioni consultare il seguente link.

INSERITO IN:

Tag:

I commenti sono chiusi.

Ultime Recensioni