Share
Sardex il 17 novembre a Sarule

Sardex il 17 novembre a Sarule

Nuova tappa del meeting organizzato dal Circuito sul territorio isolano per incontrare le imprese e spiegare i vantaggi economici e relazionali derivanti dall’adesione alla rete. L’appuntamento è giovedì, dalle 17.30, in via Nazionale a Casa Protetta.

Nuova tappa per i meeting di Sardex nell’isola, stavolta nel Nuorese. L’appuntamento è a Sarule, giovedì 17 novembre a partire dalle 17.30, a Casa Protetta in via Nazionale. Un’occasione per incontrare gli imprenditori e i professionisti del paese e del circondario. La serata, organizzata in collaborazione con l’amministrazione comunale, sarà aperta dai saluti istituzionali del sindaco, Mariangela Barca; subito dopo il capogruppo di maggioranza, Maurizio Sirca, introdurrà i lavori mentre Fulvio Michele Sioni (CTA) spiegherà nel dettaglio il Circuito di Credito Commerciale, illustrandone le potenzialità. A Giampaolo Marras (Sardex Lab) il compito di presentare il ruolo della moneta complementare nel contesto della Pubblica Amministrazione. Spazio successivamente alle testimonianze di alcuni iscritti, che racconteranno la loro esperienza all’interno della rete, e alle domande del pubblico.

L’evento è gratuito e aperto a tutti, per partecipare è necessario compilare l’apposito form. Attualmente nel territorio decine di PMI di ogni settore e dimensione aderiscono al network. L’obiettivo è allargare la rete, così da estendere la gamma di beni e servizi acquistabili al suo interno e offrire opportunità di affari e di risparmio sempre maggiori e convenienti.

Un aiuto relazionale che genera effetti importanti sul versante economico e che si fonda sulla capacità d’instaurare nuovi rapporti e di rafforzare quelli esistenti. Nato in Sardegna nel 2010, in sei anni di attività, Sardex.net ha messo in connessione oltre 3 mila 500 imprese e professionisti sardi. Un sistema operativo locale che s’inserisce nel tessuto produttivo di ciascun territorio, rivitalizzandolo.

Decine di milioni di euro di beni e servizi che non avrebbero avuto spazio nel mercato tradizionale sono stati venduti e acquistati in Sardex.net, trasformando perdite di profitto e mancati guadagni in risparmio e migliore qualità della vita.

Il modello ha suscitato l’interesse di alcuni qualificati partner che sono diventati azionisti dell’azienda, diventata spa nello scorso aprile. Lo strumento è stato replicato nella Penisola, arrivando a coinvolgere più di 7 mila PMI nel complesso.

Attività che si finanziano reciprocamente, a tasso zero, rinnovando quotidianamente un atto di fiducia tra il singolo e la comunità e tra la comunità e il singolo. Un modo nuovo di concepire l’economia che parte dalla costruzione di legami solidi, ben più forti di quelli fondati solo sul mero rapporto tra costo e beneficio.

Lascia un Commento